TORTA della MAMMA (senza lievito e senza glutine….)

….la torta della mamma è la torta della mamma, punto!

Non ci sono imitazioni… la sua è sempre la più buona… ma questa ricetta è proprio semplice: poco sforzo, massima resa! Anche per noi pasticcione…. 😉

La versione, tra l’altro, è anche SENZA LIEVITO e senza glutine, volendo…per cui molti di voi apprezzeranno maggiormente! Noi abbiamo apprezzato…. Sì, è sparita in poco tempo, ma prima l’abbiamo fotografata!

Ecco a voi gli ingredienti:

3 uova

180 g zucchero

150 g di burro sciolto

100 g farina (00 oppure anche kamut o riso)

70 g mix noci/nocciole/mandorle tritate (in base a ciò che avete in casa)

2 mele

2 pesche o pere (anche sciroppate)

1 cucchiaio abbondante di uvetta / bacche di goji

1 cucchiaio abbondante di canditi

Intanto mettiamo in ammollo l’uvetta in un mix 50% Rum/Cognac + 50% acqua tiepida.

Facciamo sciogliere il burro (a bagno maria o nel microonde).

Intanto sbattere col frullatore fino ad ottenere una bella cremina i 3 tuorli dell’uovo con lo zucchero.

Aggiungiamo poi il burro sciolto mescolando bene e a seguire la parte “asciutta” quindi farina, mix noci/nocciole/mandorle tritate, uvetta e canditi.

Tagliamo a pezzi piccini la frutta (mele e pesche/pere) e le aggiungiamo al composto.

Montiamo quindi a parte i 3 albumi a neve ben ferma e li aggiungiamo al composto precedentemente preparato (mi raccomando, mamma insegna, con cucchiaio di legno, lentamente, dal basso verso l’alto, così non si smonta!

A questo punto versiamo il composto in una tortiera rivestita di carta da forno e inforniamo per 30 minuti a 180°C (forno ventilato) o 40 minuti a 190°C (forno statico).

Adesso ditemi se non è un successo!! Lo sarà sicuramente….

Fatemi sapere come sarà la vostra versione della “torta della mamma”….siamo curiose!!

Buon appetitooooooooooooooo!!!!!

Focaccelle golose

Uuuuuuhhhh il pane…. che meraviglioso prodotto! Meglio se fatto a mano, in casa…. Da che mangiavo l’insalata scondita e senza pane ad oggi mi ritrovo invece ad apprezzare un buon olio d’oliva e una buona pagnotta per accompagnare l’insalata, che non sarà light, ma quant’è bbbuona?? 🙂 Ecco quindi, dopo diverse ricette ed esperimenti, quella che per me è diventata LA ricetta per il pan-focaccia. Facile, veloce e di gran effetto! Oggi vi presento la veste “focaccella golosa” che niente altro è che la pasta del pan-focaccia che andrò ad illustrarvi, semplicemente lavorata in più piccole porzioni, per creare diverse focaccelle, con diversi sapori. Nello specifico, nella foto, trovate quelle con le olive e quelle con i pomodori secchi. Inutile dire che sono state divorate!! la stesse ricetta però la uso anche per esempio per fare la semplice focaccia in teglia, oppure la focaccia farcita, dividendola però in due diversi panetti, ben stesi, uno a fare la base, si mette sopra tutto il condimento possibile ed immaginabile e si ricopre con l’altro disco di pasta (chiudendo bene!!!!!). Per questa versione la cottura si aumenta di 5 minuti rispetto alle indicazioni della ricetta.

E ora via……. ecco a voi gli ingredienti:

500 g farina (io generalmente faccio 350g di farina di grano duro + 150g di farina di kamut o riso o segale)

35 g lievito madre secco

15 g sale

10 g zucchero

280 ml acqua tiepida

3 cucchiai abbondanti di olio extra vergine di oliva

Preparazione:

Formare una fontana con la farina sul piano/tagliere, al centro mettere il sale il lievito, lo zucchero, l’olio e metà acqua.

Cominciare così ad impastare gli ingredienti aggiungendo mano a mano l’acqua e incorporando la farina che resta.

Dovete arrivare ad avere una palla di impasto, bella morbida e allo stesso tempo compatta.

A questo punto prendere un contenitore che possa contenerla da lievitata, coprirla con un panno/strofinaccio pulito e metterla a riposare per almeno 2 ore in luogo tiepido. Se le tempistiche sono corte, potete anche mettere il contenitore, sempre coperto col panno pulito, nel forno pre-riscaldato per qualche minuto a 50° e poi spento, giusto per ricreare un ambiente bello tiepido. Ho visto che con questa seconda tecnica basta un’ora di riposo.

Non dimenticate di segnare ” a croce” l’impasto sulla parte alta con un coltello.

Trascorso il tempo di riposo avrete un impasto quasi triplicato.

A questo punto sta a voi decidere cosa farne. Se l’idea è quella di procedere con le focaccelle golose “mono-porzione” allora dividete l’impasto in 10 porzioni, poi prendete le singole palline, premetele leggermente in modo da dargli la forma di un disco e distanziatele sulla teglia/carta da forno. Con le dita premete sui dischi come a formare delle “fossette”. Lasciate quindi riposare nuovamente per 15 minuti. Nel frattempo accendete il forno perchè raggiunga la temperatura di 175°C (se è ventilato), se fosse statico vi consiglio di raggiungere almeno i 190°C.

Ora ri-premete sui dischi per creare nuove “fossette” più marcate e con un pennello (o facendo molta attenzione con un cucchiaino) bagnate le focaccelle sulla parte superiore con un mix di olio extra vergine di oliva e acqua nelle proporzioni 50/50. Cospargete quindi con sale grosso se le volete semplici, o mettete pezzetti di pomodoro secco e grani di sale grosso, o olive, oppure rondelline di zucchina, sale grosso e un pochino di pepe macinato e per la versione “hot” utilizzate olio piccante oppure olio d’oliva e poi polvere di peperoncino….insomma, date spazio alla fantasia e al gusto!

Adesso sono pronte per essere infornate! Lasciate trascorrere 12-15 minuti e non appena saranno belle dorate e gonfie, sono pronte!

…..fatemi sapere cosa ne pensate…… ed eventualmente dove vi ha portati la fantasia….. si sà mai che magari grazie a Voi scopro una nuova versione ancora più golosa!  😉

Torta allo yogurt/ versione extra-light e soft… ;)

….a noi piacciono le sfide, sì, ma siamo anche per la semplicità. Ecco una ricetta semplicissima, ma di grande effetto. Io la “sfrutto” quando ho poco tempo per cucinare e voglio una torta che mi dia la sicurezza del risultato! Provare per credere………

Ingredienti:

250 g farina 00

150 g fecola di patate

1 bustina di lievito per dolci vanigliato

250 g zucchero di canna

150 gr di olio di semi

250 gr di yogurt greco

6 albumi (circa 220 gr)

Montare gli albumi a neve ben ferma, con un pizzico di sale.

A seguire in un altro contenitore mescolare intanto gli ingredienti asciutti, farina, fecola, lievito e zucchero e aggiungere poi gli ingredienti liquidi, quindi yogurt e olio. Amalgamare il tutto per bene con le fruste a velocità media. Aggiungere a questo composto gli albumi montanti a neve, mescolando lentamente con un cucchiaio di legno, dall’alto verso il basso. Imburrare ed infarinare uno stampo per torte (o rivestire lo stampo con la carta da forno) e versarvi dentro il composto. Infornare la torta in forno statico preriscaldato a 180° per circa 45 minuti oppure in forno ventilato a 170° per 35 minuti. Quando cotta, sfornare e coprire con una spolverata di zucchero a velo.

 n.b. nel caso in cui abbiate pere o mele a disposizione, risulta ottima se prima di infornare disponete le pere/mele a fettine sottili sulla parte superiore della torta, spolverizzando con un pochino di zucchero di canna.

Attenzione perché in questo caso potrebbero essere necessari 5 minuti in più in forno, per far sì che la torta asciughi bene, rimanendo più umida con l’aggiunta della frutta.

STRUDEL DEGLI AVANZI senza lievito e burro

20140924_174825

Definito lo “Strudel degli avanzi” perchè all’interno si possono mettere le mele, pere e pesche che sono rimaste nel cassetto del frigo e ormai sono ammaccate o marce in qualche punto o hanno perso sapore e dolcezza.

Ingredienti per la pasta:

300 gr farina

200 ml di acqua

1 uovo

25 gr margarina

1 pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

2 mele

2 pere

2 pesche

2 cc. di uvetta

4 cc. di pan grattato

50 gr di cassonata

1 cc. di amaretto di Saronno

1/2 cc. di cannella in polvere

1/2 cc. di zenzero in polvere

1/2 cc. di noce moscata in polvere

buccia grattuggiata di un limone

Preparazione:

Sul piano da lavoro create una montagna con la farina e il pizzico di sale e al centro ponete l’uovo. mescolate un pò con la punta delle dita e aggiungete la margarina a temperatura ambiente. Iniziate a impastare e poco per volta aggiungete l’acqua. Impastate fino a ottenere un composto compatto e sollevando l’impasto a livello delle spalle sbattetelo per 50 volte sul piano da lavoro continuando nel frattempo a manipolarlo. Lasciatelo riposare per 30 minuti in una ciotola in un posto asciutto.

Mettete l’uvetta a mollo nel liquore cllungato con acqua tiepida. Tagliate a pezzi le mele, le pere e le pesche e in una ciotola rimestatele con un cucchiaio aggiungendo lo zucchero, le spezie, la buccia grattuggiata del limone e 1 cc. di pan grattato.

Stendere l’impasto fino a ottenere una velina sottile di circa 2 mm di spessore di forma rettangolare e spargere il pan grattato rimasto porre la frutta al centro del rettangolo creando un serpente nel verso della lunghezza. Aggiungere l’uvetta strizzata e eventualmente delle gocce di cioccolato fondente a piacere.

Chiudere prima le estremità più corte del rettangolo e poi chiudere prima un lato e poi l’altro della pasta.

Spennellare eventualmente con un rosso d’uovo o acqua e zucchero.

Infornare a 180° per 20 minuti.

PLUMCAKE MARMORIZZATO senza farina di frumento

20140910_143750

La particolarità di questa torta deriva da una miscela di farine del Mulino MARINO a pietra di Borgo San Dalmazzo (CN) che contiene: Enkir (triticum monococcum),farro, segale e kamut.

Ingredienti:

125 gr farina del mulino MARINO

125 gr di zucchero di canna

125 gr di burro

15 gr di cacao

2 uova

essenza di vaniglia

1 cc. di lievito per dolci

Preparazione:

Far fondere in una casseruola il burro a fuoco basso. In una ciotola rompere due uova e aggiungere lo zucchero a cucchiaiate mentre si frulla il tutto fino a ottenere un composto spumoso. Aggiungere la farina setacciata con lo lievito e infine aggiungere a filo il burro fuso continuando a frullare. Dividere a metà l’impasto e aggiungere a uno dei due composti (in un’altra ciotola) il caco in polvere setacciato e all’altro l’essenza di vaniglia. Frullare fino a che i composti risultano lisci, senza grumi.

In uno stampo per plumcake, imburrato e infarinato in precedenza, alternare uno strato di composto alla vaniglia a uno starto di composto al cacao. Infornare a 180° per 25 minuti.

— Un segreto che impedisce al dolce di risultare asciutto consiste nel bucherellarne la superficie appena sfornato e spennellarlo con 1/2 bicchiere di acqua tiepida in cui sono stati sciolti 4 cc. di zucchero. —

Il Melograno… un frutto che premia chi ha la pazienza di sfidarlo!

melograno frutto

A noi piacciono le sfide! Il Melograno è una di queste…soprattutto in cucina…. Un frutto autunnale, bellissimo, rosso… ricordo quando da bambina la nonna ce li portava dall’orto e li utilizzavamo come centro-tavola… davano un sapore “d’autunno” anche alla casa! Erano però altrettanto complicati da lavorare…buccia spessa e scorza legnosa! Eppure…se si ha la pazienza di sgranarli e avere così a disposizione i chicchi carnosi, si può davvero dare un tocco in più ai piatti di sempre e anche creare ricette favolose!

Una di queste è sicuramente il “Liquore di Melograno“. I liquori, soprattutto quelli fatti in casa, danno soddisfazioni! Quello di melograno lo definisco un Liquore “Da Donna”…corposo, dolce, particolare…

Ecco i nostri consigli su come prepararlo al meglio!

Ingredienti:

1 melograno grosso e maturo
250 grammi di zucchero di canna
1/2 litro d’acqua
1/2 litro di alcool a 95°
a piacere 1/2 stecca di cannella/ buccia di arancia o limone

Procedimento:

Sgranare il melograno e pulire i singoli chicchi scartando accuratamente eventuali residui di buccia e scorza (eliminare soprattutto questa parte perchè altrimenti lascia un retrogusto amaro e sgradevole!).
Bisognerebbe poi disporre i chicchi su un telo da cucina e lasciarli asciugare al sole per un paio di giorni; se questo non è possibile, cercare di metterli vicini ad una fonte di calore, in modo che si concentrino zuccheri e sostanze aromatiche.
Prendere poi un vaso di vetro della capacità di circa 1,5 – 2 litri con tappo a chiusura ermetica e disponerre i chicchi di melograno sul fondo. Aggiungere un cucchiaio di zucchero di canna, che accelera l’estrazione dei “sapori” dai chicchi, girare per bene e coprire quindi con l’alcool. Chiudere il barattolo e lasciar riposare almeno un paio di settimane in luogo buio, agitando la miscela una volta al giorno.
Trascorso il tempo di infusione, preparare lo sciroppo, facendo sciogliere lentamente 250 grammi di zucchero di canna in 1/2 litro d’acqua. Attenzione perchè lo sciroppo non deve caramellare! Spegnere il fuoco, aggiungere 1/2 stecca di cannella, oppure una scorza d’arancia o di limone, e lasciar raffreddare completamente. Lo sciroppo quando verrà aggiunto all’alcol dovrà essere freddo, altrimenti il liquore risulterà torbido. A questo punto, togliere la cannella o le bucce e unire lo sciroppo all’infusione di alcool e melograno. Mescolare accuratamente e poi filtrare. Consiglio l’utilizzo di filtri di carta alimentare (considerate tempistiche lunghe di filtraggio, ma un risultato più limpido) oppure la garza (più sbrigativo, ma potrebbe richiedere più passaggi). A questo punto imbottigliare. Il risultato sarà un liquore delicatamente rosato e dal sapore particolare. Meglio se il liquore viene consumato dopo un periodo di riposo di almeno 1 mese.

…………e ora……… luce soffusa, libro e sorseggiate il Vs Liquore al Melograno………. e fatemi sapere! 😉

TORTA DELLA TRADIZIONE senza burro, senza glutine, senza lievito

20140922_202031

Questo è un dolce sensibile a variazioni di sapore a causa della materia prima che si utilizza. E’ importante assaggiare l’impasto durante la preparazione per aggiungere zucchero e cacao a piacimento. Inoltre, se l’impasto risulta troppo morbido si devono aggiungere amaretti o pane grattugiato (di farro o kamut) per addensarlo.

Ingredienti (per due teglie da 20 cm di diametro):

200 gr di polpa di zucca

200 gr di zucchine

200 gr di mele pelate e private del torsolo

150 gr zucchero

100 gr cacao amaro

250 gr amaretti

3uova

Preparazione:

Bollire la zucca,le zucchine e le mele per ca. 20 minuti. Scolarle cercando di eliminare più acqua possibile e passare il composto con il passa verdure. Porre in una terrina capiente e aggiungere lo zucchero, le uova precedentemente sbattute, gli Amaretti ridotti in polvere e il cacao setacciato.Mescolare energicamente e assaggiare per aggiungere eventualmente cacao e/o zucchero. Disporre nelle teglie e infornare a 160 ° per ca. 45 minuti, fino a che la superficie della torta si screpola.

Conservare il dolce in frigorifero per massimo 5 giorni.

BISCOTTI SENZA LIEVITO E SENZA BURRO

20140904_125253

A volte le privazioni in cucina nascondono delle bontà culinarie.

Ingredienti (per ca. 20 biscotti)

100 gr farina “00”

25 gr farina di nocciole

50 gr cioccolato fondente

40 gr.cassonata

35 ml di olio di oliva

1 uovo

sale un pizzico

Preparazione:

Montare a crema la cassonata con l’uovo e quando il composto risulta spumoso aggiungere il pizzico di sale, la farina “00” e la farina di nocciole. Successivamente aggiungere a filo l’olio continuando a mescolare e quando il composto risulterà ben amalgamato aggiungere il cioccolato fondente tagliato a pezzettini.

Lasciare riposare in frigo per 30 minuti.

Per dare la forma ai biscotti si può utilizzare uno stampo di silicone adatto alla cottura in forno. Porre in ogni spazio un cucchiaio di composto e cuocere a 180° per 8 minuti.

Pizza rustica senza latticni, senza pomodoro e senza lievito di birra

20140921_130335

Oggi mi sono cimentata nella produzione di una pizza rustica tutta speciale: senza pomodoro perchè lo ho sostituito con la polpa di zucca, senza latticini perchè ho utilizzato un formaggio stagionato di capra e senza lievito di birra perchè ho utilizzato la pasta acida secca acquistata al Supermercato.

Ingredienti per la pasta:

500 gr di farina “0”

35 gr di pasta acida secca

300 ml di acqua tiepida

15 gr di sale

1 cc di zucchero

Ingredienti per la guarnizione:

200 gr di polpa di zucca

200 gr di formaggio di capra stagionato

200 gr di salsiccia

6 fette di prosciutto crudo

rosmarino q.b

olio extra vergine di oliva q.b.

Preparazione: sul piano da lavoro formare una montagna con la farina setacciata. Spargere la pasta acida secca, il sale e lo zucchero.  Creare un buco all’interno della montagna e versravi poco per volta l’acqua tiepida impastando il composto. Quando si sarà ottenuto un composto compatto metterlo in una terrina avvolta con un canovaccio umido e porre essa in un luogo asciutto (es. il forno spento). Attendere 3 ore prima di stendere l’impasto di ca. 3mm di spessore.

Guarnire la pizza spalmando la polpa di zucca su tutta la superficie cosparsa con rosmarino e un filo di olio. Spezzettare la salsiccia e il formaggio grossolanamente e disporli sulla pizza.

Infornare a 200° per 10 minuti. Aprire il forno e mettere sulla pizza le fette di prosciutto crudo prima di ultimare la cottura per altri 5 minuti.